Carissimi,

l’Istituto Comprensivo di Follina e Tarzo vuole continuare ad offrire anche in questo periodo così difficile un adeguato servizio di supporto e vicinanza a tutti gli alunni e a tutte le famiglie, in particolare a quelle maggiormente in difficoltà.

A tal riguardo il dipartimento di sostegno ha definito una serie di buone pratiche che verranno adottate nella didattica a distanza e che di seguito vengono riassunte.

Affinché abbiano la massima efficacia, è necessaria la stretta collaborazione dei genitori/tutori degli alunni, chiamati ancor di più ad un ruolo proattivo nel processo educativo/formativo dei figli. Il Sostegno ai tempi del Covid-19 va oltre il tempo e lo spazio, usa ogni mezzo e arriva ai nostri alunni speciali cercando di rimanere empaticamente vicini a loro, dando soprattutto supporto emotivo.

“Anche se distanti siamo comunque vicini”

La DAD ha imposto una riorganizzazione delle prassi consolidate e una ridefinizione dei tempi, degli strumenti e delle metodologie.

Verranno adottate una o più delle seguenti strategie:

  1. Partecipazione dell’insegnante di sostegno alle video lezioni di classe per ricreare lo stesso clima delle lezioni in presenza.
  2. Favorire la partecipazione dell’alunno quanto più possibile alle attività sincrone che si sviluppano quotidianamente in aula.
  3. Prevedere attività individualizzate in modalità sincrona con cadenza regolare.
  4. Collaborare alla preparazione dei materiali con i docenti curricolari da condividere con tutta la classe.
  5. Mantenere l’interazione a distanza con l’alunno e tra l’alunno e gli altri compagni e docenti curricolari.
  6. Collaborare per un clima positivo.
  7. Rispondere alle esigenze di apprendimento individuale fornendo sufficienti livelli di supporto e applicando pratiche e principi di insegnamento centrati sull’alunno.
  8. Prevedere attività didattiche personalizzate, adattate ai diversi bisogni e alle diverse abilità/potenzialità degli alunni.
  9. Dove non è possibile interagire direttamente con l’alunno con bisogni educativi speciali, l’interazione avverrà attraverso la famiglia, con la quale verranno concordate specifiche di DAD, per agevolare la fruizione da parte dell’alunno del materiale personalizzato preparato dall’insegnante di sostegno.
  10. Produrre, per gli alunni con disabilità complesse, dove la comunicazione verbale è molto difficoltosa, video-cartoline di saluto per mantenere viva la relazione.
  11. Favorire attività di gruppo e di peer tutoring.
  12. Rivolgersi allo Sportello CTS per alunni con sindrome autistica per supporto e consulenza (cts@bestatreviso.edu.it)
  13. La valutazione terrà conto principalmente della partecipazione e dell’impegno dell’alunno. Gli insegnanti di sostegno si sono attivati nel trovare le modalità e le strategie più opportune e fruibili per la DAD, utilizzando in via prioritaria gli strumenti informatici della piattaforma Gsuite, come Google Meet per lezioni sincrone, Google Drive per la condivisione dei documenti, l’e-mail istituzionale, e poi, per venire incontro alle esigenze particolari degli alunni e delle famiglie, WhatsApp, software Opensource delle case editrici per Bes e molti altri, concordandoli preventivamente con gli interessati.

Il Dirigente Scolastico

Alessandro Pettenà 

Allegati

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi